Pinot nero

Pinot nero

Le uve, raccolte manualmente nei vigneti di proprietà Il Tenchio, subiscono una pigiadiraspatura soffice che elimina il raspo e prepara il mosto, ricco di bucce, al processo fermentativo. La fermentazione alcolica è indotta con l’utilizzo di lieviti selezionati e si svolge a temperatura controllata. La macerazione del mosto con le bucce ha una durata variabile a seconda delle annate. Le parti solide sono poi separate dal mosto tramite pressatura. Al mosto-vino sono aggiunti tannini nobili per accentuarne la struttura e
la finezza. Dopo la fermentazione, il vino è affinato almeno un anno in vasca d’acciaio termocondizionata e viene successivamente filtrato, stabilizzato e imbottigliato. Affina almeno un anno in bottiglia prima della commercializzazione.

Pinot nero frizzante

Pinot nero frizzante

Le uve, raccolte manualmente nei vigneti di proprietà Il Tenchio subiscono all’interno delle nostre cantine una prima lavorazione, definita pressatura soffice, che elimina il raspo e le bucce. Il mosto fiore così ottenuto riposa in una vasca di acciaio a bassa temperatura; tale procedimento consente la massima estrazione di sostanze aromatiche, favorita dall’ aggiunta di sostanze chiarificanti che ne facilitano l’illimpidimento. La fermentazione alcolica viene poi indotta con lieviti selezionati a temperatura controllata. Al termine di tale processo il vino è quindi travasato e posto in autoclave dove avviene la seconda fermentazione, con l’aggiunta di lieviti selezionati che infondono la naturale effervescenza al vino, infine filtrato e imbottigliato.

Moscato

Moscato

Le uve, raccolte manualmente nei vigneti di proprietà Il Tenchio subiscono all’interno delle nostre cantine una prima lavorazione, definita pressatura soffice, che elimina il raspo e le bucce. Il mosto fiore così ottenuto riposa in una vasca di acciaio a bassa temperatura per 12-18 ore; tale procedimento consente la massima estrazione di sostanze aromatiche, favorita dall’ aggiunta di sostanze chiarificanti che ne facilitano l’illimpidimento. La fermentazione alcolica viene poi indotta con lieviti selezionati che ne esaltano l’aromaticità, a temperatura controllata, per un periodo di 15-20 giorni interrompendosi al raggiungimento di pochi gradi alcolici per conservare la peculiare dolcezza del mosto. Al termine del processo di fermentazione il vino è quindi travasato e posto in autoclave, dove avviene la seconda fermentazione, con l’aggiunta di lieviti selezionati che infondono la naturale effervescenza al vino, infine filtrato e imbottigliato.

Bonarda

Bonarda

Le uve, raccolte manualmente nei vigneti di proprietà Il Tenchio, subiscono una pigiadiraspatura soffice che elimina il raspo e prepara il mosto, ricco di bucce, al processo fermentativo. La fermentazione alcolica è indotta con l’utilizzo di lieviti selezionati e si svolge a temperatura controllata. La macerazione del mosto con le bucce ha una durata variabile a seconda delle annate. Le parti solide sono poi separate dal mosto tramite pressatura. Al mosto-vino sono aggiunti tannini nobili per accentuarne la struttura e la finezza. L’illimpidimento avviene in vasche di acciaio a bassa temperatura. Il vino è poi messo in autoclave per la seconda fermentazione, indotta da lieviti selezionati che gli conferiscono una frizzantezza naturale. Il vino è infine filtrato, stabilizzato e imbottigliato.

Le Barrique

Le Barrique

Le uve, raccolte manualmente nei vigneti di proprietà Il Tenchio subiscono all’interno delle nostre cantine una prima lavorazione, definita pigiodiraspatura soffice, che elimina il raspo e prepara il mosto, ricco di bucce, al processo fermentativo indotto con l’utilizzo di lieviti selezionati a temperatura controllata per una durata di giorni variabile a seconda delle annate. Le parti solide ottenute vengono poi separate dal mosto tramite pressatura e il mosto vino così ottenuto viene arricchito da tannini nobili che ne accentuano la struttura e l’aroma. Il vino è poi affinato per circa un anno in vasche d’acciaio a bassa temperatura e successivamente posto in barrique di rovere per sei mesi. Raggiunta la perfetta maturazione viene filtrato, stabilizzato e imbottigliato.

Martinotti rosè

Martinotti rosè

Le uve, raccolte manualmente nei vigneti proprietà Il Tenchio, subiscono una pressatura soffice. Le bucce restano a contatto con il mosto per una notte, cedendo quel colore che darà la tonalità rosata al vino. Le bucce sono poi separate dal mosto fiore tramite pressatura. Il mosto fiore così ottenuto riposa in una vasca di acciaio a bassa temperatura in modo da consentire la massima estrazione di sostanze aromatiche. Al mosto sono aggiunte sostanze chiarificanti per favorirne l’illimpidimento. La fermentazione alcolica è indotta con lieviti selezionati e si svolge a temperatura controllata. Dopo un travaso, il vino- base è pronto per la spumantizzazione, che avviene in autoclave a temperatura controllata, aggiungendo mosto dolce, lieviti selezionati e sostanze nutritive. Lo spumante è infine filtrato e imbottigliato.